Casa > Se si è veramente amici, a fronte di un'incomprensione, non sarebbe giusto chiarirsi? Oppure meglio lasciar perdere?🤯?

Se si è veramente amici, a fronte di un'incomprensione, non sarebbe giusto chiarirsi? Oppure meglio lasciar perdere?🤯?

Chi non vuole chiarire perché non vuole? 🌹

  • Migliore risposta

    Mah, io credo che talvolta "chiarirsi" potrebbe essere perfino controproducente, perchè potrebbe scoperchiare un vaso di Pandora che non finisce più, e allora il rimedio sarebbe peggiore del male........

    Ecco, allora qualche volta magari si evita di chiarire e si fa finta di niente per evitare che le cose possano eventualmente anche diventare peggio......

    icemanpilota
    Lv 7 2 sett fa 8 1
  • Altra risposta
  • Mah, io credo che talvolta "chiarirsi" potrebbe essere perfino controproducente, perchè potrebbe scoperchiare un vaso di Pandora che non finisce più, e allora il rimedio sarebbe peggiore del male........

    Ecco, allora qualche volta magari si evita di chiarire e si fa finta di niente per evitare che le cose possano eventualmente anche diventare peggio......

    icemanpilota 2 sett fa 8 1
  • Tra persone intelligenti per chiarire un'incomprensione dovrebbero bastare tre parole. Se non bastano tre parole e nemmeno un discorso di un'ora vuol proprio dire che siamo di fronte ad un individuo veramente problematico e a questo punto forse conviene lasciar perdere. 

    Ti racconto uno scambio veloce e divertente di battute (tre parole) che ho avuto: il 7 gennaio giorno dopo la festa della befana sono andato in banca dove allo sportello c'è una mia amica, nel salutarci e nel farci gli auguri di buon anno lei ha aggiunto "e grazie per non avermi fatto anche gli auguri per la befana!" io ho sorriso e ho risposto "ma figurati, come potrei? proprio io che con questa barba sembro babbo natale!". Uscendo ho notato una signora anziana mai vista prima che sorrideva per lo scambio di battute e mi ha detto, riferendosi evidentemente alla befana, "oh oh, non guardi me!", le ho risposto "signora se l'ho guardata per un attimo è stato solo perché l'ho vista sorridere e a me fa sempre piacere vedere le persone che sorridono", ha convenuto "si, è una cosa sempre più rara!" Ci siamo salutati e fatti gli auguri di buon anno, tre parole, comprensione perfetta e al volo, cosa stupenda e sempre più rara e sono uscito di un umore migliore rispetto a quando ero entrato e avevo visto che c'era una coda micidiale agli sportelli.

    Noah 2 sett fa 6 1
  • Penso che a volte è perché si è timidi oppure non si vuole ferire l'altro. Sembrano domande banali, ma non sempre è facile. 

    ??? 2 sett fa 4 0
  • A volte perché è faticoso ed inutile.

    Anonimo 2 sett fa 4 0
  • Spesso anche le spiegazioni più chiare, fornite nei dettagli non vengono recepite.

    Così tendono a non ascoltare, e ripetono sempre gli stessi errori, le divergenze di opinioni e la mentalità differente fa si che si porta avanti il proprio pensiero, non tenendo conto delle spiegazioni e dei pensieri differenti.

    La stessa cosa, si può vedere in due modi opposti, e le due teorie possono risultare giuste in entrambi i casi in alcune situazioni. :\

    In alcuni casi, è inutile spiegarsi perché è controproducente e si creano altre divergenze

    💙wonder woman💛 2 sett fa 3 0
  • Siccome ho ricevuto troppi danni preferisco non chiarire

    Leo 2 sett fa 2 0
  • io a volte non voglio chiarire pk so di avere torto io e non voglio sentirmi dire che non ho ragione

    Chiara 2 sett fa 2 0
  • oramai la parola ''amici'' vuol dire tutto e niente, specie oggi come oggi...

    Anonimo 2 sett fa 3 1
  • Se si è 'veramente amici' (almeno per come io intendo un'amicizia vera) un'incomprensione non è un problema.

    Fine della storia.

    Alè!

    Allegrondo 2 sett fa 4 2
  • Così dovrebbe essere ma, dal momento che non siamo macchine, le cose non così semplici. Viviamo portandoci appresso delle debolezze, delle zone oscure e il solo tentativo di svelarle può far riaprire ferite dolorose e generare, come conseguenza, reazioni indesiderate (l'incomprensione di cui parli). E' proprio così che anche gli amici più veri e più assidui scoprono di dover fare i conti con qualcosa di insondabile che ci pone davanti a un bivio. Rifiutare l'amico (ma non era dunque un vero amico ?) oppure accettare e rispettare quelle debolezze che da sempre erano lì e che noi un po' per volta abbiamo scoperto. Cos'è meglio fare ? E' nostra la scelta. :)

    la via del mare 2 sett fa 2 0