Medicina risposte e domande - askADC.com
Casa > Medicina

Medicina

  • Perchè negli sciroppi per la tosse vi è sempre la dicitura: "per uso orale"?

    Migliore risposta: Nel bugiardino di tutte le medicine è obbligatorio indicare tutte le cose tipo posologia, indicazioni e controindicazioni, anche le più semplici
    12 risposte
  • Quanto si puo campare dormendo 3 ore a notte ?

    12 risposte
  • Il 26 settembre mi sono tagliato con la lametta, piccolo taglio. Stiamo al 2 novembre e sta un piccolo segno senza sangue, si toglierà?

    7 risposte
  • Esistono sostanze che sono utilizzate per creare disturbi psicologici?

    Migliore risposta: Diverse droghe provocano disturbi psicologici ed anche diversi psicofarmaci.
    11 risposte
  • Le benzodiazepine sono da considerarsi uno psicofarmaco ?

    11 risposte
  • L'ibernazione è possibile?

    teorie scientifiche sostengono la tesi. Ibernare un umano e scongelarlo ancora vivo, mantenendone intatte le fattezze e lo stato di salute. Secondo voi è realmente possibile?
    19 risposte
  • Perchè ci impongono i vaccini pieni di uranio?

    Migliore risposta: Ciao ci sono associazioni che sostengono chi non vuole i vacini basta rivolgersi a loro
    21 risposte
  • La masturbazione influenza il rendimento scolastico?

    Migliore risposta: Se nel giorno SI te ne fai una sola non è possibile quello che dici a meno che non hai sensi di colpa e altre paranoie mentali. Se nel giorno SI te ne fai 3 è assolutamente normale perchè arriva stanchezza anche al cervello. Per esperienza mia (ho 50 anni) se NON superi una **** al giorno non avverti stanchezza nè fisica nè mentale. Morale della favola:meglio una **** al giorno che 3 ***** un giorno e 2 giorni casto.
    5 risposte
  • Vero che i fiori di bach curano i tumori?

    Ho letto su internet che i fiori di bach, sono in grado di curare i tumori, perchè i medici non gli usano? Dico al posto della chemio
    11 risposte
  • Domanda scientifico filosofica sull'identità di un individuo?

    Sappiamo che sensazioni, emozioni e stati d'animo sono il risultato di interazioni tra molecole nel nostro corpo e dell'aumento/inibizione di livelli di ormoni e neurotrasmettitori. Per fare un esempio, se ci sentiamo felici è perché il nostro sistema nervoso ha liberato maggiori quantità di serotonina, se siamo innamorati è a causa dell'ossitocina, se siamo ansiosi e agitati è a causa delle catecolamine e così via... Molti farmaci sono studiati infatti per modificare i livelli di queste sostanze per riportarle ai valori ottimali(basti pensare agli antidepressivi che agiscono su alcuni neurotrasmettitori o alle pillole anticonzezionali che invece agiscono a livello ormonale). Per cui la mia curiosità è: se delle sostanze (che possono essere anche somministrate/stimolate attraverso medicinali) sono così responsabili di come ci sentiamo e di come percepiamo la realtà e noi stessi, delle nostre sensazioni, del nostro umore, del nostro sentirci umani, di provare emozioni, compiere scelte e fare ragionamenti, tutto questo è da attribuirsi esclusivamente a questi meccanismi o ritenete che ci sia dell'altro, una qualche "quintessenza" che ci rende quello che siamo? Siamo, secondo voi, solo costituiti da sensazioni modulate dal nostro sistema nervoso e c'è dell'altro? Non so se questo discorso ricada nella scienza, religione, filosofia o metafisica ma spero possa rappresentare uno spunto di riflessione e discussione!!! Fatemi sapere che ne pensate, buona serata a tutti!
    4 risposte
  • È più competente un master o una specializzazione?

    Migliore risposta: Una specialistica (o magistrale) è praticamente è una seconda laurea di almeno 1 biennio. Un master è un corso che va da due mesi a 1 anno. Molte aziende non considerano il master come completamento di una laurea triennale, anche se il master da più competenze pratiche rispetto ad una laurea specialistica che è evidentemente più teorica ma che completa in modo istituzionale il percorso formativo iniziato col la laurea triennale.
    Le competenze richieste dalle aziende si acquisiscono con lo "stage" (tirocinio) semestrale che queste offrono quando un laureato magistrale viene selezionato per una futura attività lavorativa da esercitare nella stessa.
    4 risposte
  • Cosa è il pauperismo?

    Migliore risposta: Movimento religioso medievale che propugnava la necessità di un ritorno alla povertà evangelica del Cristianesimo delle origini.
    6 risposte
  • Cos'è questa bolla che mi è cresciuta sul palmo della mano?

    12 risposte
  • Si possono prendere psicofarmaci su internet?

    Migliore risposta: No, perché qualsiasi tipo di farmaco, te lo deve prescrivere il medico.

    Se trovi un sito che vende illegalmente dei farmaci, evita.
    6 risposte
  • Ma lo sai che ?

    Lo sai che la Tachipirina 500 se ne prendi due, diventa mille ?
    12 risposte
  • Che vuol dire che ha il tutore?

    Migliore risposta: Può essere sia il tutore legale che quello "medico", tipo per il "rivestimento" per il ginocchio.
    Robe così, insomma.
    5 risposte
  • EMOLISI DURANTE UN PRELIEVO DI SANGUE VENOSO?! Quando accade?

    Ciao a tutti,devo fare l’esame di infermieristica domani ed alcuni miei compagni sono stati bocciati per la domanda sull’emolisi. Siccome nessuno è in grado di riportarmi domanda e risposta esatta,mi vorrei chiarire un dubbio. Allora sappiamo che emolisi è la rottura dei globuli rossi ma: è la conseguenza di quale mio errore?! Un ago di calibro troppo grande? Grazie mille
    3 risposte
  • Se prendo un medicinale A gocce e poi vomito fanno effetto ?

    9 risposte
  • Quale è la probabilità di avere una malattia rara?

    Migliore risposta: Prima di rispondere è importante precisare un fatto: per malattia rara si intende una malattia che ha una frequenza al di sotto di una determinata soglia, usualmente stabilita per legge. Dunque tale soglia varia nelle varie parti del mondo. Ci sono luoghi dove una malattia è rara solo quando ha un'incidenza addirittura inferiore ad 1 su 1 milione.
    Quindi già quando si parla di malattie rare si parla di un qualcosa di abbastanza imprecisato.

    In Italia si considerano rare le malattie che hanno un'incidenza minore di 5 su 10 000.
    Si stima che esistono fra le 7000 e 8000 malattie rare, anche se chiaramente questo numero cambia nel tempo con le nuove scoperte scientifiche.
    Si stima che in Italia ci siano circa 2 milioni di malati di malattie rare e 19 000 nuovi casi all'anno.

    Non so se conosci la differenza fra prevalenza ed incidenza. La prevalenza è il numero di malati in rapporto al totale della popolazione in un preciso istante (questo numero è influenzato dalla mortalità: se una malattia è frequente ma porta in breve tempo a morte, la prevalenza è bassa perché ovviamente ci sono poche persone vive con la malattia in un dato momento).
    L'incidenza è il numero di nuovi casi all'anno in rapporto ad un gruppo di persone.

    La prevalenza delle malattie rare, considerato i 2 milioni di casi su una popolazione di 60 milioni circa, è di circa il 3,3%: cioè circa 3 italiani su 100 hanno una malattia rara, quindi in totale le malattie rare non sono per niente rare. Considera, per darti un termine di paragone, che il diabete, che è una malattia considerata molto frequente, ha una prevalenza di 4,9%.
    8 risposte
  • Dai malleoli, fino a metà polpacci, l'epidermide mi si è scurita, a mò di calzino beige scuro, sarà scarso ricambio pelle?

    o qualche patologia?
    5 risposte